News

24/03/2014 Novità nella Classe 1000

Da ormai diversi anni tra le categorie presenti nella nostra disciplina una tra le più affascinanti è fuori di ogni dubbio la G, la 1000 pluricilindrici. L’indiscutibile fascino di correre e finire gare anche impegnative con moto veramente”importanti” a livello di stazza e cavalli ha sempre “folgorato” diversi piloti e la necessità di modificare queste moto nate per affrontare ben altri tipi di percorsi si è ormai trasformata in una vera e propria arte. Ultima arrivata la MST, officina emiliana specializzata in preparazioni che si è cimentata nell’allestimento di una BMW GS 800, portata in gara da uno dei massimi rappresentanti della categoria nonché pluri campione italiano Massimo Doretto. Poca fortuna per loro in gara visto il ritiro per foratura ma la moto ha destato attenzione ed è piaciuta molto visto il risultato della trasformazione. Li aspettiamo all’Elba per riscattarsi dalla sfortuna di Scarlino.

24/03/2014 Intervista a Alessandro Botturi

-Alex, prima gara prima vittoria. Possiamo dire che sei in formissima?

Diciamo che al momento sono abbastanza in forma.

-Raccontaci il tuo Rally della Maremma.

“E stata una gran bella gara, speciali lunghe, navigate ed impegnative anche a livello di guida, veramente una prova ben riuscita.”

-Al di là della vittoria, ti è piaciuta la gara?

Assolutamente si, è stato veramente un piacere correre a Scarlino.

-Il team CF Racing di Fabrizio Carcano è ormai una certezza nel nostro ambiente, com’è lavorare con loro? Quali sono le tue sensazioni sulla nuova Husqvarna?

Lavorare con Fabrizio e i ragazzi del team CF è veramente il massimo. Persone motivate e tanta professionalità, non avrei potuto avere opportunità migliore. In più la moto c’è, la nuova 450 è veramente bella da guidare e facile, un gran mezzo. -Avete già fatto progetti per l’Africa e la Dakar 2015 o è ancora troppo presto?

E’ un discorso che non abbiamo ancora toccato ma che è nell’aria, non mi dispiacerebbe affatto poter correre con loro anche qualche gara in Africa se non addirittura la Dakar. Vedremo!

-Dopo tanti anni nell’enduro anche a livelli mondiali, come stai vivendo l’esperienza Motorally? Non solo a livello di gara in sé e per sé ma anche a livello di paddock e ambiente.

Devo dire che dopo tutte quelle stagioni nell’enduro passare a tempo pieno ai rally mi ha fatto molto piacere. Lo stile di guida è necessariamente diverso dall’enduro, più riflessivo e meno aggressivo ma non per questo più semplice. Il paddock poi è un’altra cosa, c’è molta più tranquillità e sembra più un gruppo di amici che si ritrovano più che una gara di livello italiano. Una grande famiglia.

-E’ propedeutico a tuo parere il Motorally per chi vuole arrivare alle grandi maratone africane o sono due mondi assolutamente distanti?

Avendo ormai acquisito esperienza su entrambi i fronti posso dire che sicuramente il motorally ti dona un buon feeling con il road book e la gestione della strumentazione oltre che una maggior facilità nella navigazione, però in Africa e alla Dakar si usano molto anche il Gps e i waypoint che hanno creato una maniera di navigare leggermente diversa.

-Ultima domanda, sei carico per la due giorni elbana?

Ma si dai, mi sento bene e sono tranquillo, dovrò ancora partire per primo ed aprire la strada ma comincio a prenderci gusto. Ci vediamo all’Isola d’Elba!

18/03/2014 L'Elba raddoppia

Archiviata con soddisfazione la prima prova di Scarlino, è già tempo di pensare al doppio appuntamento di fine mese sull’Isola d’Elba. Fino alla gara di un anno fa sembrava impensabile un motorally su di un’isola che è parco nazionale per grande parte della sua estensione. Ma grazie alla volontà caparbia del locale moto club, trascinato dal presidente-pilota Stefano Frassini, quella che inizialmente era solo una pazza idea si è concretizzata dando vita al primo motorally dell’isola d’elba. Che ha riscosso subito successo e l’apprezzamento di tutti i partecipanti. Un anno dopo il sodalizio elbano rilancia e raddoppia. Raddoppiano le giornate di gara, raddoppia la lunghezza delle prove speciali e raddoppia anche l’impegno collaterale per ospitare al meglio tutta la carovana del campionato e i numerosi accompagnatori/accompagnatrici al seguito. Tutto il centro storico di Portoferraio sarà interessato dalla manifestazione, con l’occupazione pacifica della centralissima Piazza Cavour, dove si svolgeranno le Operazioni Preliminari, Briefing e Premiazioni e dove sarà allestita una grande tensostruttura che proporrà tra l’altro concerti live per tutto il week-end.

Il percorso: giornata lunga il sabato, con due anelli di gara che superano abbondantemente i 200 km e ritorno al paddock per l’assistenza di metà gara. Due PS di 21 e 20 km e un fettucciato da ripetere due volte durante la giornata. Alla domenica un percorso più corto per permettere premiazioni anticipate ed un rientro più agevole per tutti. Circa 140 i km previsti ed un’unica lunga linea di 34 km. Per completare la giornata ancora il fettucciato da ripetere due volte. Infine nel centenario napoleonico che l’isola sta festeggiando, l’organizzazione propone la Napoleon Cup, premio speciale che sarà consegnato al pilota che spiccherà il miglior tempo sul fettucciato nell’arco del week-end di gara.

13/03/2014 Ufficializzazione classifiche Scarlino

Come da regolamento 2014 sono ora da considerarsi ufficiali le classifiche della gara di Scarlino con l'eccezione del Trofeo Sport rivista in seguito alla penalità inflitta al pilota n° 702. In allegato tutti i documenti relativi.

06/03/2014 Anticipazione di Briefing

Una chiacchierata con Giulio Fantoni per strappargli qualche anticipazione sulla gara di Scarlino che tra qualche giorno aprirà il CIMR 2014. Il tutto nel file allegato.

04/03/2014 1984 - 2014: 30 anni di motorally

Il motorally italiano festeggia il suo trentennale. Come è nato, quando e perchè ce lo spiega Umberto Varesi nel file allegato. Una testimonianza storica che è giusto conoscere e conservare.

04/03/2014 Elenco iscritti 1a prova CIMR scarlino

In allegato il documento in oggetto

28/02/2014 Raccolta fondi per Giulia

Nella foto il totem che troverete all'hospitality RMG, dove chiunque potrà lasciare il suo piccolo contributo per Giulia, la figlia di Maurizio Zucchetti.

25/02/2014 Interview: Massimiliano Cocchetti, MC Follonica

-Max siete pronti per questo Motorally della Maremma?

Se saremo stati pronti ve lo potrò dire con certezza la domenica sera a fine gara, se stiamo lavorando bene i frutti si vedranno solo allora. A parte gli scherzi, siamo ad un buon punto; il mal tempo ci ha messo il suo ma stiamo recuperando il tempo perso.

-Che tipo di percorso avete preparato? Cosa si dovranno aspettare i piloti?

Il percorso è vario, dalle classiche "cesse", che non sono brutte donne ma le tagliafuoco delle nostre zone, ai sentieri sottobosco fino alle strade battute, un po' di tutto insomma. Durante il sopralluogo, Giulio Fantoni si è addirittura impressionato per la somiglianza dei nostri percorsi a quelli sardi; oltre al tipo di tracciato, anche la vicinanza con il mare, compresi i panorami fanno ricordare l'isola. Se l'aria sarà limpida, i partecipanti potranno persino vedere l' Argentario, l' Isola del Giglio, Montecristo e la Corsica.

-Navigazione semplice al primo rally di stagione o volete fare già un po’ di selezione?

Direi varia, diversi tratti piuttosto semplici, altri caratterizzati da una navigazione stretta e impegnativa; insomma ce n’è per tutti.

-I paddock saranno a Marina di Scarlino, parcheggio vista mare?

Il paddock sarà il parcheggio ufficiale del porto turistico di Marina di Scarlino, proprio davanti alla palazzina principale del porto. Le operazioni preliminari sono all'interno della struttura turistica con negozi, bar e ristoranti, di fianco ai moli degli yacht. La location per le punzonature e il parco chiuso sarà invece il molo più vicino al mare, di fronte al' isola d' Elba. Per finire in bellezza il podio per le premiazioni sarà allestito nella piazzetta principale con vista su tutto il porto. Non ci faremo mancare niente.

-E’ qualche anno che il Motorally manca da queste zone. Quando è stata l’ultima volta?

Settembre del 2003, fu l’ultima e allo stesso tempo la prima volta, e ancora non l’abbiamo dimenticata. L'organizzazione era del Moto Club AMR, sempre di Follonica. Preparammo ben cinque prove speciali, e Graziani vinse su Uslenghi per 58 centesimi! Allora giurai a me stesso di non farlo mai più. Non sono proprio riuscito a mantenere la promessa. Il moto club Follonica comunque è abituato a questi eventi, la mitica Colle-Follonica, tanto per citarne uno, una cavalcata che raggiungeva più di mille iscritti.

-Avete organizzato tutto voi ragazzi del Follonica o siete stati affiancati da altre realtà locali?

Con un pizzico di orgoglio posso dire che abbiamo fatto tutto da noi. Ovviamente il giorno della gara saremmo affiancati da varie associazioni, come la VAB di Follonica (volontari antincendio boschivo), i CB di Follonica, alcuni membri del Moto Club Costa Etrusca, le Bandite di Scarlino, la Marina di Scarlino e i vari privati che ci permetteranno tutto questo e ai quali vanno già da ora i nostri più sinceri ringraziamenti.

-Max meglio pilota o organizzatore?

Spero vivamente meglio come organizzatore! Noi non dubitiamo della riuscita di questo Rally della Maremma, in bocca al lupo ragazzi, ci vediamo il 9 marzo alla Marina di Scarlino.

25/02/2014 Rappresentante dei piloti 2014

In occasione della prima prova di CIMR avrà luogo, come consuetudine, l’elezione del Rappresentante dei Piloti per l’anno 2014. Durante le Verifiche Amministrative ogni pilota potrà votare indicando un solo nome sull’apposita scheda da inserire nell’urna. Lo spoglio decreterà vincitore chi ha riportato più voti ed eleggerà anche un vice rappresentante che potrà sostituire il titolare in caso di impedimento. Il Rappresentante dei Piloti è una figura importante essendo il portavoce delle istanze di tutti i suoi colleghi. Quale Membro di Giuria partecipa alle sedute convocate, propone casi da discutere, prende conoscenza e si esprime sulle questioni trattate.

Al fine di evitare di disperdere voti ma, al contrario, per indirizzarli su coloro che si dichiarino disponibili a ricoprire la carica, invitiamo tutti gli interessati a presentare la propria candidatura inviando una e-mail a: Segreteria RMG gabriella.bagnaresi@federmoto.it L’elenco completo dei candidati sarà reso noto alla vigilia della votazione.

24/02/2014 Iscrizioni gara Elba

ATTENZIONE: solo per la gara dell'Elba l'iscrizione avverrà in modo differente. Cliccando sul consueto pulsante si verrà reindirizzati al sito www.motorallyelba.it dove sarà possibile effettuare l'iscrizione e contestualmente riservare l'hotel, grazie alle convenzioni stipulate dall'Agenzia Napoleon. E' importante sottolineare che solo riservando attraverso Napoleon si avrà diritto alla tariffa agevolata sui trasporti navali, inclusi nel pacchetto iscrizione/hotel.

22/02/2014 Il Campionato Italiano Motorally punta sui giovani

Incentivare e promuovere la specialità dei rally è da sempre uno degli obiettivi primari del Comitato Federale Motorally; grazie al lavoro del responsabile del settore giovanile Nazzareno Falappi in sinergia con i motoclub organizzatori, a partire dalla prima gara di Follonica del 9 marzo, tutti i giovani debuttanti nella classe 50 e le ragazze al loro primo anno di gare potranno godere dell’iscrizione gratuita a tutte le prove di Campionato Italiano. Inoltre i responsabili del settore giovanile seguiranno direttamente i ragazzi sul campo di gara al fine di supportali al meglio. Naturalmente non dimentichiamo che oltre alla scuola Federale dedicata specificatamente alla navigazione, che si terrà dal 25 al 27 aprile, quest’anno sono in programma ben due allenamenti collegiali incentrati invece sulla tecnica di guida sempre seguiti da tecnici federali altamente qualificati. Tanti piccoli ma fondamentali passi per far crescere tutti i giovani piloti che vorranno cimentarsi nella guida navigata.
Per info Nazzareno Falappi 3336085948

21/02/2014 Scarlino: 1a prova CIMR

Ufficialmente definito il percorso di gara e perfezionati gli ultimi dettagli logistici. I km di gara saranno 178, divisi in due anelli con ritorno al Paddock per l’assistenza. Il primo anello conterà 94 km ed una prima PS di 34 km. Rifornimento con stazione di servizio al km 16. Il secondo anello sarà lungo 84 km con una PS di 27 km ed un rifornimento al km 79, a 5 km dall’arrivo.

Il Paddock è posizionato nel grande e comodo parcheggio di fronte al porto di Marina di Scarlino. Segreteria e Direzione Gara saranno allestiti all’interno della struttura portuale così come le aree riservate a Briefing e Premiazione. La partenza/arrivo della gara e il Parco Chiuso saranno invece dislocati sul molo interno fronte mare.

19/02/2014 Alla Scuola Motorally con moto a noleggio

Interessante iniziativa di Beta e del Team Dirt Racing per chi volesse partecipare alla Scuola Federale Motorally senza disporre della moto o della strumentazione. I dettagli nella locandina allegata.

17/02/2014 Correva l'anno...

14 settembre 2003: l’imminente gara di Scarlino ha un precedente che risale a poco più di 10 anni fa quando, negli stessi luoghi, andava in scena la 4° (in effetti 3° per l’annullamento della prova precedente) prova di campionato italiano motorally 2003. Diverso il Moto Club organizzatore (allora AMR Follonica), identico il tracciatore, Massimiliano Cocchetti che, svestiti i panni del pilota vincitore del Trofeo Sport 2013, indossa, oggi come allora, quelli di organizzatore.

Le cronache del tempo parlano di un percorso di 160 km con 3 linee (13, 10 e 8 km) ed un fettucciato di circa 1000 mt da ripetere due volte. Con 159 partenti al via, risultava vincitore al fotofinish il mattatore dell’epoca, Matteo Graziani (KTM 525 – Il Team) con il tempo di 42’ 04” 37 che precedeva incredibilmente di soli 53 centesimi di secondo Mauro Uslenghi (Double RT – Suzuki 250 2t). Molto più staccati gli altri, con Massimo Chiesa (Kawasaki 250 2t) terzo a 1’40” che precedeva Paolo Ceci e Remo Pini. Decisamente attardato Federico Mancinelli che negli anni seguenti contenderà lungamente a Graziani la palma di migliore pilota della specialità. Nelle classi vittorie di Mancini (Husqvarna) nella 125, Uslenghi nella oltre 2T, Ceci nella 450, Graziani nella 600, Biordi nella Marathon, Zucchetti nella bicilindrica, Pelizzeni nella femminile, Spinelli nella Coppa Cavandoli, Tarricone nel Trofeo BMW, Oggiono Fast per le squadre di Moto Club e Double Racing in quelle di Team.

Il campionato 2003 si era aperto con le prove di Foligno ed Empoli e si concluse un mese dopo con la due giorni di Sarnano Terme.

In attesa di qualche documentazione fotografica del percorso 2014 e della relativa tracciatura, saranno pubblicate di giorno in giorno delle foto d’epoca dell’evento 2003 a tema “indovina il pilota”.