L’Isola d’Elba raddoppia

26/03/2014

Archiviata con successo e soddisfazione la prima prova di Scarlino, il Campionato Italiano Motorally ritorna in Toscana con il doppio appuntamento sull’Isola d’Elba. Fino alla gara di un anno fa sembrava impensabile un motorally su di un’isola che è parco nazionale per grande parte della sua estensione. Ma grazie alla volontà e alla determinazione del locale moto club, trascinato dal presidente-pilota Stefano Frassini, quella che inizialmente era solo una pazza idea si è concretizzata dando vita nel 2013 al primo motorally dell’Isola d’Elba, riscuotendo un meritato successo e l’apprezzamento di tutti i partecipanti.

Un anno dopo il sodalizio elbano rilancia e raddoppia. Raddoppiano le giornate di gara, raddoppia la lunghezza delle prove speciali e raddoppia anche l’impegno collaterale per ospitare al meglio tutta la carovana del campionato e i numerosi accompagnatori al seguito. Tutto il centro storico di Portoferraio sarà interessato dalla manifestazione, con l’epicentro nella centralissima Piazza Cavour, dove si svolgeranno le Operazioni Preliminari, Briefing e Premiazioni e dove sarà allestita una grande tensostruttura che proporrà tra l’altro concerti live per tutto il week-end.

Il percorso nella lunga giornata del sabato prevede due anelli di gara che complessivamente superano abbondantemente i 200 chilometri. Due le prove speciali in linea, rispettivamente di 21 e 20 chilometri, oltre a un fettucciato da ripetere due volte durante la giornata. Alla domenica un percorso più corto per permettere premiazioni anticipate ed un rientro più agevole per tutti. Circa 140 i chilometri previsti ed un’unica, lunga prova in linea di 34 chilometri. Per completare la giornata ancora il fettucciato da ripetere due volte.

Infine, nel Centenario Napoleonico che l’Isola sta festeggiando, l’organizzazione propone la Napoleon Cup, premio speciale che sarà consegnato al pilota che spiccherà il miglior tempo sul fettucciato nell’arco del week-end di gara.

L’apprezzamento per la gara elbana è confermato dagli oltre 220 piloti iscritti, numero decisamente importante, per un doppio appuntamento che farà giungere sulla bellissima Isola del Tirreno una carovana di oltre 400 persone. Non mancherà naturalmente il campione uscente e vincitore della prima prova Alessandro Botturi. A contrastare il campione di Lumezzane tutti i suoi avversari più quotati, a partire da Glauco Ciarpaglini, secondo nella prova di apertura, per arrivare al sempre più pericoloso Luca Vecchi. Senza dimenticare l’avversario storico di Botturi, Andrea Mancini, che dopo il mezzo passo falso a Scarlino è in cerca della rivincita. Ma sono molti altri i piloti in grado di inserirsi nelle posizioni che contano e la due giorni elbana sarà certamente ricca di emozioni.


Download 392,2 KB