Botturi Superstar, Mancini non è da meno

10/06/2014

SAN LEONARDO (OR) – Con la terza tappa del Sardegna Rally Race Mondiale, è partito oggi anche il Campionato Italiano Raid TT, con la tappa che ha portato i piloti da Arbatax a San Leonardo. Trattandosi di una tappa marathon, quindi senza assistenza all’arrivo, i piloti sono stati ospitati nel parco della Chiesa di San Leonardo, per il tradizionale bivacco che ogni anno è prerogativa della gara di Bikevillage.

I piloti italiani, soprattutto quelli già impegnati nel Mondiale, hanno dunque avuto uno stimolo in più per puntare al risultato dalla doppia valenza. Su tutti è svettato Alessandro Botturi, che vincendo alla grande la giornata Mondiale è stato ovviamente primo degli italiani. Una prova da manuale quella del bresciano, che non ha lasciato scampo a nessuno e che ora guarda con fiducia alle ultime due giornate.

Grande prova anche di Andrea Mancini, secondo al traguardo del campionato nazionale, ma anche sesto assoluto nel Mondiale, un grande balzo in avanti quello del perugino che non è troppo lontano dalla “creme” dei campioni internazionali.

Alle spalle dei due ormai storici rivali ha concluso Paolo Ceci che è riuscito a precedere Matteo Graziani e il giovane Guido Fedeli, già rivelazione dello scorso Sardegna ed oggi una piacevole conferma.

Da un giovane ad un espertissimo pilota, al sesto posto troviamo Mauro Uslenghi, che nel Mondiale sta recitando il prezioso ruolo di guardaspalle di Botturi. Paolo Pettinari, Stefano Frassini, l’altro giovanissimo Roberto Rossini e Stefano Madrelli completano la top ten dell’impegnativa giornata, caratterizzata soprattutto da una navigazione complessa.

Dopo la notte in tenda, i piloti saranno pronti ad affrontare domani la seconda tappa “italiana”, quarta per il Mondiale, ritornando a San Teodoro da dove la gara iridata era partita tre giorni fa.


Download 386,0 KB