La verde Umbria aspetta il Motorally

18/04/2013

Secondo appuntamento per il Campionato Italiano Motorally che domenica 21 aprile vedrà in scena la seconda prova a Pietralunga (PG). Un percorso di 184 chilometri che si preannuncia selettivo, con due prove speciali che sommano quasi 50 chilometri.

Ad un mese dall’eccezionale debutto stagionale all’Isola d’Elba, per il campionato Italiano Motorally è già tempo di pensare al secondo appuntamento, che andrà in scena questo fine settimana a Pietralunga, in provincia di Perugia. Le verdissime montagne umbre saranno il teatro del secondo appuntamento, organizzato dal Moto Club Fratta Off Road, impegnato per il terzo anno consecutivo con il tricolore rally.

Il sodalizio guidato dall’infaticabile Giovanni Montanucci è ormai una garanzia di professionalità e dinamismo ed anno dopo anno riesce a proporre un qualcosa in più agli appassionati del road-book. Questa volta si è scelta l’amena location di Pietralunga, paesino di mezza montagna che ospiterà il paddock nel campeggio Candeleto, offrendo quindi una struttura dotata di tutti i servizi, ma soprattutto un territorio quanto mai vario e tecnico per creare percorsi di fuoristrada.

Grazie all’ottimo rapporto con tutte le autorità comunali, il Corpo Forestale e le Comunità Montane, il sodalizio umbro ha potuto tracciare un percorso di ben 184 chilometri, che si snoda quasi interamente in foreste demaniali. Al suo interno i piloti troveranno due prove speciali in linea, belle lunghe, rispettivamente di 29 e 20 chilometri. Oltre a queste un fettucciato a meno di un chilometro dal paddock garantirà un po’ di spettacolo per il pubblico umbro.

Le prove speciali in linea saranno la vera discriminante della gara e sono state studiate e calibrate per essere abbastanza selettive, pur se percorribili da tutti i piloti. Sono prove speciali in gran parte inedite, che testimoniano ancora più la volontà del Moto Club Fratta Off Road di accontentare l’esigente palato dei piloti.

Piloti che hanno accolto in massa l’invito al 3° Rally Alta Valle del Tevere, questo il nome della manifestazione, iscrivendosi in oltre 200 alla gara umbra, con ben 42 conduttori partecipanti al Trofeo Sport. Non ci sarà il vincitore della prova elbana, Fabio Fasola, quindi gli occhi saranno puntati su Andrea Mancini, il campione uscente che dopo il secondo posto sull’Isola toscana, rincorre la vittoria nella sua Umbria. Ma il perugino della Beta non avrà certo vita facile, con molti avversari in grado di puntare alla vittoria assoluta.

La partenza della gara umbra, dopo le verifiche del sabato, avverrà domenica mattina alle 8, dalla centralissima Piazza VII maggio.


Download 281,0 KB