JACOPO CERUTTI SI RICONFERMA LEADER AL MOTORALLY

15/04/2015

E' un dato di fatto gli enduristi sono letteralmente affascinati dalla disciplina della navigazione. A stretto giro dalla straordinaria prova di Jacopo Cerutti dopo il primo e secondo appuntamento del Motorally, è proprio il suo compagno di team, Maurizio Gerini, a dare spettacolo nella prima prova fettucciata, staccando di qualche secondo il Vice Campione in carica Alessandro Botturi.
Quattro le prove che hanno messo in discussione gli oltre 220 piloti partenti e che dalle 8.00 del mattino sono sfilati per lo start, nel centro storico del Comune di Gemmano (RN) Il fettucciato, 1^ e 3^ prova di giornata, è stato indubbiamente il pane giusto per i denti degli enduristi, ma quello che ha lasciato a bocca aperta è stato vedere come anche lo scorrere delle note nel roadbook fosse alla portata del riders.
La 2^ PS disegnata a regola d'arte dal presidente e tracciatore Massimo Marcaccini per il MC Montefeltro, ben 40 chilometri cronometrati, hanno visto la miglior interpretazione da parte di Jacopo Cerutti, avvantaggiato dall'apripista Alessandro Botturi in sella a Yamaha. Il tempo di Cerutti è stato di 52'40.62, circa 8 secondi in meno rispetto al gigante di Lumezzane, mentre Glauco Ciarpaglini si gioca la giornata a causa di un taglio. Buona l'interpretazione della seconda prova in linea anche per Luca Vecchi, Cristian Cucchi, Filippo Ciotti, il pluricampione Matteo Graziani e su husqvarna Jonathan Zecchin. Alla speciale lunga, indubbiamente impegnativa, è seguito un trasferimento di 70 chilometri con rientro al Paddock per una breve assistenza. Per la 3^ prova di giornata i piloti si sono riversati nuovamente nel fettuccio per poi confrontarsi con una spettacolare PS di 13 chilometri da sostenersi a ritmo basso, dove la concentrazione era d'obbligo, per le note che si susseguivano di 150 metri in 150 metri. A chiudere l'assoluta di giornata sul gradino più alto del podio è salito Jacopo Cerutti, la rivelazione del Motorally 2015 per il team RSMoto, il secondo gradino del podio è andato ad Alessandro Botturi, mente il bronzo è stato di proprietà di Matteo Graziani. Quarto Assoluto, il rappresentante dei piloti del Campionato Italiano Motorally, Filippo Ciotti Per quanto riguarda le giovani leve della disciplina si riconferma leader Carlo Cabin, mentre in rosa ritorna a confermarsi Serena Ghione, nel trofeo under 23 onore al merito a Jonathan Zecchin. Alex Zanotti porta a casa il risultato nella Classe C mentre per il trofeo Veterani “Memorial Marco Badiali” è Mirko Goi a scalare il podio, per la Classe F e G a fare la differenza sono stati rispettivamente Roberto Fantauzzi e Andrea Rossi.

Ufficio Stampa attila pasi 349 6145106


Download 422,2 KB