BOTTURI METTE IN ARCHIVIO LA PRIMA GIORNATA RAID TT

06/06/2016

Il suggestivo santuario di  Sa Itria (Gavoi)  è stato la location prescelta per  realizzate le verifiche tecniche ed amministrative del secondo appuntamento stagionale Raid TT, che si è inserito a pieno titolo all’interno del Mondiale Sardegna Rally Race.
A partire dalle 13.00 i piloti si sono prestati per le operazioni preliminari, mentre in contemporanea, arrivavano  i riders del Mondiale Sardegna Rally Race 2016,  reduci già di un prologo e 4 PS.
Nella giornata odierna la prima prova  del Raid TT ha previsto 2 Ps in linea con partenza da Sa Itria ed arrivo ad Arbatax, rispettivamente di 97 e 64.km.
Tra i partenti anche Maurizio Gerini team Solarys, il quale a soli 35 giorni dall’infortunio  avvenuto al rally d’Abruzzo e ancora primo in classifica, ha definito la situazione troppo ghiotta per gettare alla spugna.
 Ad aprire la prima PS del Raid TT è stata la volta di Alessandro Botturi in sella alla sua Yamaha fregiata del numero 20 il quale ha ottenuto il tempo migliore nella prova (1:51'12.61) e ha lasciando scivolare dietro di se con oltre un minuto di scarto Vanni Cominotto, Luca Vecchi, Mirco Pavan, Marco Iob, e il pluricampione Italiano Andrea Mancini.
La seconda prova speciale ha visto come miglior interprete  ancora il gigante di Lumezzane relegando in seconda posizione Vanni Cominotto seguito a sua volta dal perugino Andrea Mancini.   Maurizio Gerini si è dimostrato all’altezza della situazione siglando il quarto tempo nella seconda prova in linea.
Nella classifica di giornata Alessandro Botturi ha staccato il miglior tempo,  mentre è rimasto  acceso il duello tra Vanni Comininotto portacolori Husqvarna e Luca Vecchi in sella alla sua Ktm. Anche nelle retrovie la competizione si è fatta sentire  e a meno di 12  ore i centauri del Raid TT partiranno mescolati ai big della disciplina della navigazione impegnati nel Mondiale.
Bene Raffaella Cabini che sigilla la sua prima avventura Raid TT in terra sarda.
 
Ufficio Stampa Motorally e Raid TT
Attila Pasi
http://www.motorallyraidtt.it/
foto AP Photo Sport.