JACOPO CERUTTI SI RICONFERMA CAMPIONE ITALIANO MOTORALLY

23/10/2016

Quattro le prove speciali costruite a regola d’arte dal Moto Club Ama Aretina in collaborazione con la realtà locale TNT Corse per l’ultimo appuntamento 2016 CIMR sbarcato a Rapolano Terme. Jacopo Cerutti ha brillato su tutti, non solo nella prova di giornata ma ha anche artigliato l’oro tricolore CIMR 2016, ad un campionato che ha raggiunto un nuovo record di iscritti, trend sempre in crescita dall’inizio di stagione.
Molti gli enduristi che si sono presentati alla prova senese sempre più affascinati dalla disciplina della navigazione, attratti dallo sfilare velocissimo delle note su roadbook, primo tra tutti Alessandro Botturi Campione Italiano Raid TT 2016 che ha relegato dietro di se Vanni Cominotto e Maurizio Gerini nella prove Tout Terrain . 2 punti staccavano invece i due piloti husqvarna Jacopo Cerutti e Vanni Cominotto dopo la quinta prova di Portico di Romagna, con Matteo Graziani in lizza per il podio ma con il fiato sul collo da parte di Maurizio Gerini, Alessandro Botturi, Andrea Mancini, Mauro Uslenghi, Luca Vecchi tutti a una manciata di punti.
Alle 8 in punto di domenica Jacopo Cerutti CF Racing ha ufficializzato lo start, primo anche in classifica di campionato con 70 punti seguito alla partenza da Maurizio Gerini team Solarys e Giovanni Gritti altra rivelazione 2016 approdato al motorally dall’enduro. 4 le donne in competizione: Serena Ghione, Raffaella Cabini, Anna Ghirlandini e Simona Brenz Verca.
La carovana dei centauri subito dopo le partenze ha affrontato la prima prova di giornata: un fettucciato che ha visto la migliore interpretazione da parte di Vanni Cominotto con un tempo di 2’ 09.51 mentre con poco più di un secondo di ritardo si è imposto Cerutti seguito dal gigante di Lumezzane portacolori Yamaha.
Nella seconda PS di 28 km a confermare la performance è stato ancora Jacopo Cerutti per il team CF Racing, seguito con 22 secondi di stacco dal compagno di squadra Vanni Cominotto quindi Alessandro Botturi riconfermava la terza posizione. A seguire si sono classificati in ordine di tempo: Maurizio Gerini, Andrea Mancini, Leonardo Tonelli, Matteo Graziani, Mirco Pavan, Luca Vecchi, Luigi Martelozzo.
Dopo 100 chilometri di trasferimento e una breve assistenza tecnica i centauri hanno saggiato la terza prova di giornata di 23 chilometri off road in quota. Jacopo Cerutti ancora una volta ha staccato il tempo migliore dando 10 secondi ad Alessandro Botturi e 24 secondi al suo compagno di squadra, Vanni Cominotto, mentre la quarta posizione è stata firmata da Andrea Mancini.
Il fettucciato di inizio giornata è stato anche banco di prova a sigillo dell’appuntamento senese, con Jacopo Ceruti ad ottenere il miglio piazzamento.
L’assoluta di giornata è andata a Jacopo Cerutti, che si laurea anche Campione Italiano 2016, mentre l’argento a Rapolano Terme è stato indossato da Alessandro Botturi e il bronzo da Vanni Cominotto. A seguire si sono piazzati: Mancini, Gerini , Tonelli, Pavan, Graziani, Gritti e Martelozzo.
Per l’edizione CIMR 2016 Vanni Cominotto scala il secondo gradino del podio mentre il terzo gradino del podio va a sorpresa al gigante di Lumezzane facendo sfumare l’occasione sia per Maurizio Gerini che Matteo Graziani.
Nella classe 50 la piazza d'onore a Rapolano terme è andata a Nicolò Ferraris mentre nella competizione in rosa a scalare il podio ci ha pensato Serena Ghione davanti a Raffaella Cabini e a Simona Verca. Nella categoria 125 si è imposto Maurizio Gerini, nella 250 l'oro è stato indossato da Leonardo Tonelli, mentre Jacopo Cerutti è stato il top rider della 450. Per la 600 ha stretto l'oro Vanni Cominotto e nella classe 1000 mille ad essere applaudito è stato Pierluigi Valentini nella categoria Marathon il miglior tempo dopo le quattro prove di Rapolano terme è andato a Giancarlo Nagostinis.
I campioni Italiani CIMR 2016 sono stati Jacopo Cerutti Assoluta, Nicolò Ferraris classe 50, Rafaella Cabini classe Femminile, Luca Vecchi classe 125, Guido Fedeli 250, Jacopo Cerutti nella 450, Vanni Cominotto 600, Alessandro Devalle nella classe 1000, Fabio Mauri nella Marathon, Ivan Merli trofeo sport.
Il campione italiano Under 23 è stato Carlo Cabini il quale si è garantito anche l’iscrizione gratuita al prossimo Hellas Rally.

Ufficio Stampa Motorally e Raid TT
Attila Pasi
http://www.motorallyraidtt.it/
foto AP Photo Sport.


Download 70,6 KB